ESORDIENTI FASCIA B


Allievi FB 2002: secondi al girone del “Grande Slam”


Si riparte dal “Grande Slam”

 

 

Dopo solo quattro giorni di preparazione e un’amichevole, il San Giacomo 2002 riparte con le gare ufficiali: comincia il “Grande Slam”, quest’anno organizzato dalla società “La Chivasso”.

Non è cambiato molto rispetto alla scorsa stagione, i mister Vasile e Dan sono stati confermati, le aspettative sono le stesse, con un obiettivo di qualificarsi per il campionato regionale; sfortunatamente sono andati via sei giocatori, quindi sono arrivati degli innesti, Giovanni Bacco dal Chieri e Pietro Solaro dal Buttigliera. Qualche elemento, però, manca ancora al gruppo e infatti il mister non ha negato che potrebbero arrivare altri giocatori.

Gli allievi FB del San Giacomo trovano un girone da tre squadre in cui passano le prime due, le avversarie sono il Carmagnola e il Virtus Mercadante.

Giovedì contro il Carmagnola è stata la prima partita ufficiale della stagione e Vasile ha schierato il 4-3-3 con il vertice alto del finale della scorsa annata: D’amico in porta; Costanzo, Scaturro, Pavani, Corno in difesa; Bacco, Bonardo, Toffanello a centrocampo; Lanza, Turano, Natoli in attacco. La squadra chierese parte molto bene e dopo appena cinque minuti trova il gol del vantaggio con un’azione rocambolesca: Natoli premia la sovrapposizione di Corno che crossa verso Bacco che calcia al volo, ma viene murato, allora anche Turano prova di prima, ma anche il suo tiro viene intercettato, la palla finisce tra i piedi di Lanza che salta l’avversario e calcia sul primo palo segnando il primo gol della stagione e portando in vantaggio il San Giacomo. Per il resto del primo tempo il San Giacomo si limita a mantenere il possesso e a difendere il vantaggio, anche se da due calci piazzati rischia di subire gol. Nella seconda metà dell’incontro, gioca meglio la squadra chierese che va vicina al raddoppio con una conclusione alta di D’agostino e varie occasioni non sfruttate al meglio, ma l’occasione più nitida ce l’ha il Carmagnola che con un cross da palla inattiva, grazie a una mischia, colpisce il palo. Qualche minuto dopo termina la partita e il San Giacomo ottiene i primi tre punti della stagione con una buona prova dal punto di vista del gioco.

Domenica mattina alle ore 10 si è giocata la seconda e ultima partita del girone, con entrambe le squadre che nel primo incontro avevano battuto il Carmagnola per 1 – 0. Vasile schiera la stessa formazione di giovedì sperando di ottenere lo stesso gioco e risultato. L’atteggiamento della squadra chierese però non è quello giusto e, dopo aver rischiato più volte, subisce gol anche a causa di un’indecisione difensiva di Corno. La reazione dei ragazzi di Vasile, però, cambia la partita e qualche minuto dopo Costanzo guadagna una buona punizione che Turano trasforma perfettamente. Nel momento migliore del San Giacomo l’arbitro fischia la fine del primo tempo. Nel secondo però lo spirito rimane lo stesso del finale della prima frazione di gioco e Toffanello va due volte vicino al gol con due tiri molto simili ed entrambi sfiorano il palo a portiere battuto. Ma il numero 9 merita questo gol e lo trova poco dopo: Turano al limite scodella per Toffanello in centro area che girato di spalle stoppa e batte il portiere con una conclusione difficilissima in girata senza neanche guardare la porta. Non manca molto e il San Giacomo sembra in pieno controllo della partita, sfiora anche il 3-1 all’ultimo minuto con Lanza che da una rimessa laterale salta due avversari e si ritrova davanti alla porta, calcia col sinistro sul primo palo, ma la palla va solo sull’esterno della rete. L’arbitro lascia al Virtus Mercadante la possibilità di fare l’ultima azione e al limite dell’area Bonardo commette un fallo ingenuo, ma anche dubbio; il direttore di gara assegna la punizione dal limite che il capitano della squadra avversaria realizza. Dopo il gol l’arbitro fischia. Finisce 2 – 2, visti gli stessi punti e la stessa differenza reti è necessario decidere primo e secondo posto “alla monetina”. Il San Giacomo perde il sorteggio e passa come seconda, dovrà affrontare i quarti di finale contro il Rivoli (squadra con cui era stato eliminato lo scorso anno ai rigori). Nonostante meritasse di passare come primo il San Giacomo è stato sfortunato e ingenuo, sarà una lezione da imparare per la prossima partita.

 

Federico Lanza

Webagency Torino