ESORDIENTI FASCIA B


Giovanissimi 2002, il San Giacomo vince il memorial “Desirée Langella”


SI CHIUDE IN BELLEZZA!

Lo scorso week end si è tenuto il sesto memorial “Desirée Langella”: il torneo era diviso in due gironi, il girone A con San Giacomo, Montegrosso e Pecetto e girone B con Pino, Nichelino e Ardor. Per il San Giacomo questa manifestazione aveva un valore particolare, visto che nei 2002 della squadra chierese c’è Yari Langella: fratello di Desirée che ha giocato con la fascia da capitano in onore della sorella.

Il torneo si è giocato al comunale di Cambiano ed è cominciato sabato alle 14.00 con la partita inaugurale tra San Giacomo e Pecetto terminata 0 – 0 nonostante le numerose occasioni per i ragazzi di Vasile. La giornata sportiva è continuata fino alle 20.00 e intanto il San Giacomo si è giocato la qualificazione contro il Montegrosso alle ore 18, costretta alla vittoria, la squadra di Chieri è scesa in campo con il piglio giusto battendo il Montegrosso con un netto 4 – 0 e passando così come prima classificata del girone A. Nell’altro gruppo invece sono passate, al primo posto, il Pino e, al secondo posto, l’Ardor.

La mattina seguente si sono disputate le due semifinali: Pino – Pecetto terminata 2 – 2 e vinta ai rigori dal Pino e San Giacomo – Ardor che è finita 3 – 1 in favore della squadra chierese.

Il pomeriggio dunque si è disputata la finale tra San Giacomo e Pino che solitamente è una partita molto sentita dalle due squadre. Vasile manda in campo un 4-2-3-1 con D’amico in porta; Zurzolo, Scaturro, Ghiazza, Corno in difesa; Langella, Bonardo e Toffanello a centrocampo; Lanza, Turano, Natoli d’avanti. Il San Giacomo è costretto a dare tutto per vari motivi: perché è una finale, per vendicare l’ultima sconfitta contro i rivali durante il torneo di Pino, ma soprattutto per l’importanza del torneo per la famiglia Langella. Infatti la squadra chierese passa in vantaggio dopo pochi minuti grazie a un calcio d’angolo che Toffanello mette in mezzo, sul pallone arriva Ghiazza che involontariamente lascia la palla a Corno che da due passi non può sbagliare, grande avvio dei ragazzi di Vasile. Nel primo tempo non arrivano altre grandi palle-gol, anzi la partita rimane equilibrata e il gol di Corno per ora è decisivo.

Nel secondo tempo il San Giacomo deve pensare a chiuderla o almeno raddoppiare il vantaggio, cosa che avviene a metà della seconda frazione di gara: Lanza parte in una cavalcata palla al piede bruciando due avversari e quando arriva sul fondo mette un cross preciso dall’altra parte per Natoli che arriva a botta sicura e porta il San Giacomo sul 2 – 0. La partita, però, non è chiusa perché qualche minuto più tardi il Pino accorcia le distanze a causa della deviazione sfortunata di Bonardo scaturita da un calcio angolo, autogol che tiene la partita ancora aperta. Intanto il mister effettua varie sostituzioni tra cui D’agostino che va vicino al gol con un tiro dentro l’area, che però il portiere avversario neutralizza.

Il Pino ci prova nel finale solo da calcio piazzato, ma non basta. Il San Giacomo vince un torneo dal significato molto speciale e chiude al meglio la stagione vincendo gli ultimi due tornei dell’annata calcistica, che ha saputo regalare grandi emozioni e grandi partite.

Alla prossima stagione.

Federico Lanza

Webagency Torino