PRIMA SQUADRA


Promozione girone D, San Giacomo – Cit Turin : 0 – 2


IL BUON GIOCO NON BASTA, LA CONCRETEZZA SI’

 

Alla quinta giornata di promozione, nel girone D il San Giacomo si trova in una situazione difficile: ha perso le prime quattro giornate ed è ultima in classifica con zero punti, quindi bisogna assolutamente svoltare. Le condizioni non sono, però, le migliori per vincere: il mister Marco Bonello è squalificato e la formazione è rivoluzionata con due attaccanti e un portiere infortunati e un’altra punta espulsa; ma fortunatamente sono arrivati in settimana il centravanti Andrea Muré dal Barcanova e il portiere Nebiolo e anche il giovane Gabriele Velardita (che arriva dalla juniores) è pronto per l’esordio con la prima squadra.

La partita tra San Giacomo e Cit Turin è cominciata a Chieri alle 14.30. I due allenatori mandano in campo entrambi un 4-4-2, il San Giacomo con Nebiolo in porta; Stevenin, Mezzella, Castiglia, Calzolai in difesa; Parrino, Anselmi, Gobbetti, Guarise a centrocampo e Muré e Velardita in attacco. Dall’altra parte il Cit Turin si schiera con Controverso, Bonicelli, Baudino, Cirillo, Moncalvo, Cattaneo, Guacchione, Sandiano,Tarzia, Sega, Gagliardi.

Il San Giacomo parte bene chiudendo il Cit Turin nella propria metà campo per i primi cinque minuti, infatti la prima occasione la creano proprio i padroni di casa con Muré che serve Velardita in profondità, il classe 2000 però allarga troppo la conclusione e calcia di poco a lato.

Dopo una ventina di minuti senza occasioni, ci riprova la squadra chierese in contropiede con Anselmi che lancia Velardita, il numero 11 stoppa benissimo e manda in porta Muré che però non riesce a dare forza e calcia centrale. Qualche minuto dopo è ancora pericoloso il San Giacomo: da palla inattiva Gobbetti va vicinissimo al vantaggio, sfiorando il palo con un bel colpo di testa.

Poco dopo finisce il primo tempo: 0 – 0, nonostante la squadra di casa abbia avuto più volte la possibilità di portarsi in vantaggio.

All’inizio della ripresa la musica non cambia: il San Giacomo crea molto e il Cit Turin aspetta e si difende. Infatti all’inizio della ripresa Guarise impegna seriamente il portiere avversario di testa su cross di Muré, e tre minuti più tardi ancora la squadra chierese sfiora il vantaggio su calcio piazzato con colpo di testa di Castiglia di poco alto sulla traversa.

Al 20’ della ripresa il San Giacomo costruisce un’azione manovrata, che si conclude con l’imbucata per Muré che crossa basso e teso, ma sfortunatamente Guarise viene anticipato al momento del tap-in vincente in calcio d’angolo.

Alla mezz’ora diventa per la prima volta veramente insidioso il Cit Turin con il tiro da fuori di Panarese che impegna con una parata non troppo complicata Nebiolo. Al trentatreesimo minuto si concretizza l’unico buon momento degli ospiti che si portano in vantaggio con una punizione dalla tre quarti, battuta da Cattaneo con precisione sulla testa del subentrato Gigante che trova l’incornata vincente per l’1 – 0. Risultato bugiardo per quello che si è visto in campo, ma i padroni di casa hanno ancora il tempo di pareggiare; e ci vanno molto vicini su corner con Mezzella che stacca molto bene, ma a portiere battuto Panarese salva sulla linea. Proprio Panarese, poco dopo, trova il raddoppio in contropiede con un tiro preciso che batte Nebiolo. Molto sfortunata la squadra di casa che sulle uniche due vere occasioni avversarie subisce i due gol. Pochi minuti dopo l’arbitro mette la parola “fine” sulla partita, il match termina 0 – 2.

Bisognerà rifarsi nel prossimo turno esterno contro il Cenisia, concorrente diretta per la salvezza, per poter finalmente smuovere la classifica e concretizzare ciò che si è visto nella partita contro il Cit Turin.

 

Federico Lanza

Webagency Torino