PRIMA SQUADRA


Promozione, girone D; San Giacomo – Savoia : 0 – 0


SFORTUNA SAN GIACOMO: DUE LEGNI E DUE PUNTI SVANITI!

 

Il San Giacomo ormai fuori dall’ultimo posto in classifica affronta appunto l’ultima della classe: il Savoia, nel miglior periodo della squadra chierese. Infatti arriva da nove punti nelle ultime quattro partite e dalla vittoria in trasferta per 2 – 0 contro il Barcanova. Bonello manda in campo l’ultimo undici tirolare: Zago, Stevenin, Rimedio, Castiglia, Calzolai, Parrino, Anselmi, Gobetti, Gualtieri, Federici, Dosio; risponde il Savoia con: Canelli, Jafri, Grimaldi, Di stefano, Calabrese, Monasteri, Banchelli, Bruma, El Amaroui, Porazza, El Amaroui H.

Il San Giacomo parte con un gran ritmo e dopo 10 minuti Gualtieri, l’uomo più in forma, si rende pericolosissimo: Canelli rinvia male e si avventa sul pallone il numero 9 che calcia benissimo colpendo in pieno il palo, sulla respinta si precipita sul pallone e di punta prova a infilare il portiere che però si fa trovare pronto. Due minuti dopo il San Giacomo colpisce un altro legno, con un tiro da fuori di Dosio che sembra innocuo, ma si abbassa all’ultimo e prende la parte alta della traversa.

Sfortunata la squadra di casa che merita l’ 1 – 0. Al 17’ Dosio è ancora pericoloso, lanciato da Gobbetti, si trova a tu per tu col portiere che nega il vantaggio e salva gli ospiti.

E anche 5 minuti più tardi Canelli mantiene il risultato con un intervento strepitoso su Anselmi che si era trovato completamente solo in area. Un po’ sprecone qui il centrocampista.

Nel secondo tempo la partita è più equilibrata e la prima occasione arriva solo al ventesimo per il Savoia con El Amaroui che, spalle alla porta, si gira dentro l’area e calcia sul primo palo, Zago risponde presente. Al 25’ il San Giacomo torna pericoloso con una punizione dal limite: Gualtieri calcia forte rasoterra, ma prende la barriera, sulla respinta Dosio stoppa e tira centrale, il portiere avversario para agevolmente.

Non succede molto per il resto della ripresa, anche se nei minuti di recupero Di Stefano batte una punizione dal limite molto insidiosa, la palla rimbalza davanti a Zago, che però è bravo e dopo una mischia la fa sua.

Qualche minuto dopo l’arbitro pone fine alle ostilità, che ha visto il San Giacomo dominare il primo tempo e soffrire leggermente nel finale. Comunque per la squadra chierese sono più due punti persi che uno guadagnato, bisognerà tornare alla vittoria l’undicesima giornata in trasferta contro il Mirafiori con 13 punti.

 

Federico Lanza

Webagency Torino